tre.BlogLa nostra voce

 

Scoprire che uno dei tuoi software di punta, acquistato, sfruttato con clienti, particolare e tutto, è appena stato inglobato da un gigante dell'informatica non è propriamente una grande notizia. É appena accaduto a metaio, software house tedesca che si occupa di realtà aumentata, che è stata acquisita da Apple. Fine del supporto giugno 2015 (fra 20 giorni) e fine di tutto entro l'anno.

Non che non sia mai successo, i grandi player fanno incetta di nuove tecnologie e Apple, rimasta indietro sul versante Augmented Reality lanciato con Microsoft Hololens su Windows 10, ha ben pensato di trovare qualcosa di già pronto. Peccato che c'è gente che sta sviluppando con quel prodotto.

E adesso? Si sa che l'informatica è un mondo fragile ma che da una settimana all'altra ci si trovi sprovvisti di strumenti nel bel mezzo di uno sviluppo non mi pare molto corretto. Un altro grazie a Apple, già simpatica prima, adesso poi...

The end of Metaio